Convocazione assemblea condominiale: valida la e-mail ordinaria

5 Apr 2024 | News | 0 commenti

Corte d’Appello di Ancona Sentenza 1651/2023

Bilancia - Studio Legale Roberto Smedile | Milano

La convocazione di assemblea codominiale è valida anche se trasmessa a mezzo posta elettronica ordinaria.

Nel caso di specie, la Corte distrettuale di Ancona ha ritenuto dirimente la circostanza che non sia stato contestato il mancato ricevimento della email avente ad oggetto la convocazione dell’assemblea e, pertanto, può ritenersi che i condòmini appellanti abbiano avuto effettiva notizia della
convocazione, a prescindere dal mezzo con la quale quest’ultima è stata trasmessa e dal fatto se avessero ricevuto o meno in precedenza convocazioni delle assemblee condominiali tramite semplici email.

Benché, infatti, in forza dell’art. 66 delle disp.att.c.c., l’avviso di convocazione dell’assemblea condominiale debba essere comunicato a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mani del condòmino e tale elenco di mezzi di comunicazione sia tassativo, per cui qualsiasi altro mezzo non è reputato efficace, quale l’e-mail semplice, che non è contemplata dalla norma, deve ritenersi che l’uso della stessa non sia vietato, ma a condizione che la ricezione sia garantita e soprattutto – in caso di contestazione – a patto che possa essere provata la comunicazione (Trib. Tivoli 05/04/2022 n. 493).

Nel caso di specie, lo si ripete, la mancata ricezione dell’email di convocazione non è stata opposta dai destinatari e, pertanto, può ritenersi acquisita al processo, come pacifica in quanto non contestata, la circostanza dell’oggettiva ricezione dell’email di convocazione dell’assemblea del da parte dei medesimi.

Avv. Roberto Smedile

Avv. Roberto Smedile

ad516503a11cd5ca435acc9bb6523536?s=150&d=mm&r=gforcedefault=1 - Studio Legale Roberto Smedile | Milano

Nato a Milano il 15 febbraio 1968. Laurea in Giurisprudenza presso Università Statale di Milano. Abilitazione alla professione di Avvocato – Corte d’Appello di Milano (1998). Ha svolto attività legale di consulenza per diversi anni in favore di società operanti nel settore petrolifero, chimico ed elettrico ed ha ricoperto il ruolo di “Italian Representative” della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti (Dubai), presenti in Italia, con l’obiettivo di supportare le imprese italiane che volessero intraprendere una attività commerciale (produzione e/o vendita) negli Emirati Arabi Uniti.

Circa l’autore

Avv. Roberto Smedile

Nato a Milano il 15 febbraio 1968. Laurea in Giurisprudenza presso Università Statale di Milano. Abilitazione alla professione di Avvocato – Corte d’Appello di Milano (1998). Ha svolto attività legale di consulenza per diversi anni in favore di società operanti nel settore petrolifero, chimico ed elettrico ed ha ricoperto il ruolo di “Italian Representative” della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti (Dubai), presenti in Italia, con l’obiettivo di supportare le imprese italiane che volessero intraprendere una attività commerciale (produzione e/o vendita) negli Emirati Arabi Uniti.

Categorie

Archivi

    0 commenti

    Invia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *